Negoziazione sociale e sindacato

22/02/2017 -

A partire dal rapporto SPI-CGIL

Come viene riportato nella pagina dello SPI-CGIL l'Osservatorio sulla Contrattazione sociale è "uno strumento di rilevazione e analisi della contrattazione realizzata nei territori. La contrattazione territoriale deve porsi l'obiettivo di creare una forte relazione tra diritti del lavoro e diritti sociali. L'osservatorio serve per dare la possibilità, agli attori sindacali ma anche ai cittadini e alle cittadine, di conoscere la diffusione della contrattazione, i suoi contenuti – nelle diversità e nelle ricchezze che esprime – nonchè i metodi della negoziazione sociale territoriale ed evidenziare quindi la sua efficacia e le eventuali difficoltà."

Sono interessanti leggere in proposito gli articoli presenti nella parte seconda su "welfare aziendale, welfare pubblico e contrattazione" nel settimo rapporto sulla contrattazione sociale territoriale, che si può leggere alla seguente pagina:

Ugo Ascoli su "welfare territoriale e welfare in azienda"; Ida Regalia su "Negoziazione sociale e concertazione aziendale sul welfare. Azioni soft per una società e un mondo del lavoro fragili e fluidi"; Michele Raitano su "Le prospettive del sistema previdenziale italiano"; Ivan Pedretti su "Welfare integrativo e inclusione sociale"; Franco Martini su "Welfare contrattuale: nuova frontiera della contrattazione?"; Claudio Treves su "Premio di produttività, welfare aziendale e diverse figure contrattuali: inclusione ed esclusione";  Beppe De Sario su "La “qualità” del welfare aziendale: interventi, governance e livelli della contrattazione sindacale".