Pubblicazioni

La formazione continua: imprese, lavoratori e ruolo del sindacato

A cura di
Roberto Pettenello
Silvia Bruno

La collana Materiali di Lavoro|tsm si propone di raccogliere alcuni contributi prodotti da tsm-Trentino School of Management nelle sue attività di ricerca e formazione. I prodotti, che riguardano le aree della pubblica amministrazione e del comparto privato, si propongono di alimentare la riflessione sulle problematiche del management dell'alta formazione e dell'aggiornamento del personale.

Questo testo nasce da un percorso formativo, svoltosi nell'ambito delle attività di LaReS, che ha coinvolto professionisti ed esperti riconosciuti in ambito nazionale ed europeo.

Ricordo ancora i dialoghi in aula tra i relatori e i partecipanti e il coin- volgimento di tutti rispetto ad un tema che sempre più merita riflessione e attenzione: la formazione continua dei lavoratori.

All'interno di questo piccolo libro leggeremo che dal lavoro svolto da Confindustria Veneto SIAV nell'ambito dell'”Osservatorio sulle trasfor- mazioni industriali” è emerso che le imprese che hanno saputo investire in innovazione di prodotto e innovazione organizzativa hanno superato positivamente gli anni più duri della crisi, posizionandosi su nuovi mercati e avviando nuovi percorsi. In questo “la formazione riveste un ruolo fon- damentale”, sottolinea Gabriella Bettiol, “perché le imprese che investono nelle competenze del proprio personale si collocano tra le innovatrici in percentuale più che doppia rispetto alle non innovatrici”.

Occorre quindi essere consapevoli del valore della formazione continua e del fatto che la maggior parte dell'apprendimento nel corso della vita la- vorativa degli adulti si svolge nell'ambito del posto di lavoro ed è questo un punto di partenza di infinita rilevanza per ogni azione in grado di costruire un progetto in ambito lavorativo.

Roberto Pettenello ci ricorda che la formazione continua ha “costituito da sempre un complesso, ma necessario ambito di negoziazione tra le parti”. Ecco quindi perché proporre percorsi formativi sul tema dell'apprendimento è da considerarsi un primo modo per parlare nelle aziende del valore della formazione e degli apprendimenti, attraverso la testimonianza e le conoscen- ze apprese dagli operatori nelle aule formative. Si tratta di formazione “formale”, legata al contesto istituzionale, ma il dibattito può nascere partendo da questo aspetto e articolarsi profondamente. 

È quello che LaReS Laboratorio Relazioni Sindacali1 cerca di fare, coin- volgendo gli operatori delle relazioni di lavoro del Trentino nella formazione e trasmettendo loro, attraverso percorsi formativi e seminari di aggiornamen- to anche su quanto deliberato dalla Provincia autonoma di Trento, il senso e il valore della formazione, dell'apprendimento e della costruzione del sapere professionale.

Proseguendo nella lettura del testo, incontriamo il contributo di Davide Premutico, che analizzando i difficili tentativi di esperienze che hanno coinvolto Regioni e Fondi, ci fa comprendere come anche nella provincia di Trento potrebbero essere individuati spazi di sinergie tra i due mondi, pienamente rispettosi dell'autonomia di ciascuno.

Il tema della certificazione delle competenze è sviluppato nel contributo di Marco Ruffino che ci aiuta a definire il senso e la “filosofia” che ne sono alla base in quanto strumento che, se non diventerà un ulteriore fardello bu- rocratico, potrà contribuire alla definizione di una nuova relazione tra lavoro e saperi, rafforzando il valore di una buona formazione continua.

Documenti disponibili:
 

Informativa Regolamento UE 679/2016 (GDPR)
tsm-Trentino School of Management in qualità di titolare, utilizza questo modulo per dar corso alla tua richiesta e, se indicato, per registrare la tua iscrizione alla newsletter (i campi con * sono necessari). I dati saranno trattati esclusivamente da personale incaricato con modalità informatiche e manuali; non saranno comunicati a terzi non autorizzati né diffusi. L’informativa completa è presente alla pagina www.tsm.tn.it/privacy e può essere richiesta scrivendo all’indirizzo privacy@tsm.tn.it.

Proseguendo dichiara di aver preso visione dell'INFORMATIVA COMPLETA