Formazione permanente

Diritto e genere nel rapporto e nel mercato del lavoro

Data stabilita
Aule tsm - Via Giusti, 40 - Trento

Il quadro normativo dei diritti che riguardano la posizione della donna riconosce un ruolo di indiscussa importanza al principio di eguaglianza, in ogni ambito e in particolare in quello del lavoro. L'accesso al lavoro rappresenta, infatti, un'aspirazione individuale alla realizzazione di sé e al contempo uno strumento di emancipazione nella posizione sociale complessiva, come è dimostrato dall'aumento costante delle donne che entrano nel mercato del lavoro.

La possibilità di conciliare tale diritto con quello alla pienezza della vita personale, ed alla maternità, in una logica di condivisione dei compiti legati alla cura familiare, costituisce peraltro una delle sfide più forti, mai definitivamente risolta.

L'evoluzione della legislazione sul lavoro femminile ha attribuito sempre maggiore importanza a tali profili, affermando da un lato il principio di eguaglianza e di parità di trattamento, secondo gli artt. 3 e 37 della Costituzione, ma altresì ricercando strumenti volti alla rimozione degli ostacoli che impediscono la realizzazione dell'eguaglianza in senso sostanziale di fronte ai rischi di disoccupazione, o di sottoccupazione, di precarietà, di minor considerazione del lavoro femminile che si traducono spesso nella minore retribuzione fino al rischio di povertà.

Articolazione

Il corso sarà articolato in 7 ore di formazione in aula.

Contenuti

Verranno affrontati i seguenti temi: 

I divieti di discriminazione uomo/donna

  • La legislazione internazionale, europea e nazionale: scopi e contenuti
  • La definizione delle situazioni in cui si può verificare la discriminazione: discriminazioni dirette, indirette, legate ai diritti di genitorialità, alle molestie e alle molestie sessuali
  • Le discriminazioni nell'accesso al lavoro, alla carriera, nei trattamenti retributivi, nel licenziamento
  • Le discriminazioni multiple (razza, religione, disabilità, età)
  • Il contrasto alle discriminazioni: ruolo delle RSU, delle RSA e della Consigliera di parità

La promozione delle pari opportunità

  • Pari opportunità e azioni positive
  • La rilevanza dell'organizzazione del lavoro
  • La conciliazione e condivisione del lavoro di cura
  • Le tematiche legate all'orario di lavoro e al lavoro a tempo parziale
  • Le peculiarità del settore pubblico


L'attività formativa riconosce crediti formativi della Provincia autonoma di Trento per l'albo dei Dirigenti